Curiosità umbre…. come vengono!!!!

Eccoci al primo vero vero articolo sulla nostra amata Umbria!!! Stanotte, pensando a cosa poter scrivere, da dove cominciare e su quali argomenti focalizzarmi ho fatto le 3…. Non concludendo praticamente nulla!!! Da che cosa comincio? dalle città? dai parchi naturali? da cosa mangiare (era la mia prima scelta comunque) Ci sono talmente tante cose da dire… che ho deciso di cominciare da qualche curiosità….

L’Umbria è una regione d’Italia, tra le poche non bagnate dal mare, con una popolazione che non raggiunge il numero di abitanti dell’EUR a Roma (e a detta di tutti noi siamo anche troppi)

(alt="curiosità")
Siamo quelli rossi!!!!!

Abbiamo due province; Perugia, capoluogo, e Terni. La provincia di Perugia conta 59 (cinquantanove!!!!!!!) comuni di cui il più popoloso è proprio Perugia (166 mila abitanti) e quello meno popoloso è Poggiodomo (117 abitanti, praticamente un condominio)

(alt="curiosità") nel codice HTML delle immagini inserite
Il comune di Poggiodomo

La Provincia di Terni, più piccola per estensione, conta 33 comuni, di cui Terni guida la classifica con 111 mila abitanti; fanalino di coda Polino con 233 abitanti.

A conti fatti, un’area relativamente piccola (circa 8500 kmq) è amministrata da 92 sindaci! Curiosità o particolarità?

Il simbolo della nostra regione ci è stato prestato da una famosissima festa che si celebra a Gubbio; la festa dei ceri.

(alt="curiosità")
I tre ceri, simbolo e orgoglio umbro

Il simbolo rappresenta i tre ceri, che il 15 di Maggio vengono portati a spalla in trionfo per le strade di Gubbio (ognuno di essi pesa 8 quintali), per onorare i tre santi protettori della città; Sant’ Ubaldo, San Giorgio e Sant’Antonio. Forse, tra le feste e rievocazioni che la regione vive, questa è la più sentita e la più partecipata, sia dalla popolazione, sia dai turisti, che rimangono affascinati da questo evento.

Parleremo approfonditamente della festa dei ceri in uno degli articoli che pubblicheremo

 

Esistono un’infinità di dialetti, praticamente uno per ogni comune!!!! non a caso l’Umbria è anche detta la “Terra dei 1000 campanili”. Accade spesso che persone che abitano a 20 chilometri di distanza, abbiano un’inflessione (e delle parole!!!!) completamente diverse….

I dialetti umbri sono tantissimi; possiamo provare a classificarli in alcuni gruppi, considerando comunque la miriade di declinazioni all’interno dello stesso gruppo:

  • Dialetto Perugino
  • Dialetto Folignate
  • Dialetto Spoletino
  • Dialetto Eugubino
  • Dialetto Castellano
  • Dialetto Nursino-Casciano
  • Dialetto Narnese
  • Dialetto Orvietano
  • Dialetto Ternano

…….. Giusto per citare i più importanti!!!!!

Anche se il territorio è degno e meritevole di essere decantato, il vero argomento di discussione, quello che mette d’accordo tutti, ma proprio tutti gli abitanti umbri sono le tradizioni gastronomiche.

Tartufi, vino, olio, norcinerie, pesce di acqua dolce, dolci, ricette tipiche…… volete saperne di più queste curiosità? Non so nemmeno se definirle curiosità… la cucina umbra è un must, un dogma a cui nessuno può sottrarsi; non puoi dire di aver visto la vera Umbria se non hai assaggiato la nostra cucina tipica!!!!

Monica sta lavorando alacremente per proporvi la rubrica dedicata alla cucina umbra, con ricette, consigli… e qualche trucchetto!!!

Prossimo argomento del blog.. Le principali città Umbre…. Road to Perugia!!!!!!

Se vuoi leggere il primo articolo del blog, dove illustriamo la mission… clicca qui

Se vuoi conoscerci un pò meglio, clicca qui

STAY WANDER!!!!!

 

 

2 pensieri su “Curiosità umbre…. come vengono!!!!”

Dicci cosa ne pensi